Come cambia la spesa con i gruppi di acquisto

In tempi di crisi la spesa di gruppo taglia decisamente i costi.

Meglio poi se indirizzata verso particolari prodotti. Con queste finalità sono quindi nati da vari anni i gruppi formati da persone che, scegliendo un percorso di consumo critico, decidono di unirsi per acquistare assieme prodotti alimentari e servizi.

Tra i gruppi di acquisto vi sono poi i “Gruppi di acquisto solidale” (Gas) che nelle modalità di acquisto decidono di dare ancora maggiore enfasi ai temi della solidarietà, rispetto per l’ambiente e biodiversità. Per creare un gruppo d’acquisto non è necessario registrarsi ad alcun albo, creare associazioni o darsi uno statuto e non vi sono quote di iscrizione o rette da pagare. Un gruppo di acquisto (o anche un gruppo di acquisto solidale) è un gruppo di persone che decide liberamente di fare acquisti assieme e che, nel determinare cosa comprare e presso chi, fa scelte consapevoli e con il minor impatto ambientale possibile favorendo filiera corta, km zero, diritti del lavoro e qualità dei prodotti.
Equosolidale
Un consumo equosolidale, consapevole, ha come obiettivo la lotta ai sistemi di produzione basati sullo sfruttamento dei lavoratori in condizioni svantaggiate. Associandosi a uno dei Gas o creandone di nuovi si può entrare in contatto con i produttori e gli agricoltori che hanno fatto del biologico, dell’agricoltura biodinamica e di una minuziosa attenzione ai temi dell’ecologia i loro punti di forza.
Acquisti a km zero
La vendita diretta di prodotti bio, la filiera corta e gli acquisti a km zero sono gli strumenti che possono aiutare a diventare consumatori consapevoli, critici, che scelgono non solo cosa acquistare ma anche come acquistare. Il termine “solidale” è utilizzato per distinguersi dal gruppo d’acquisto tout-court, che può non presentare connotazioni etiche ma essere solo uno strumento di risparmio. L’aspetto etico, o solidale, di tali gruppi, è quindi l’aspetto ritenuto più importante, che li connota come esperienze nel campo del consumo critico.
La struttura dei “gas”
E’ altamente flessibile e articolata. Vi si trovano associazioni riconosciute, associazioni non riconosciute (fra cui numerosi gruppi informali), cooperative del settore che trovano in questa forma un modo intelligente per acquistare quei prodotti che servono ai soci e possono essere organizzate territorialmente. L’organizzazione degli acquisti e delle comunicazioni interne è altrettanto variabile, correlata ad esempio al numero o alla tipologia dei partecipanti, al luogo o alle scelte del Gruppo. Spesso i Gas utilizzano software creati appositamente per gestire gli ordini collettivi.
Gruppi di acquisto anche per la benzina
Scegliere il fornitore in modo collettivo, stabilendo le regole del gioco, fissando il prezzo, ottenendo sconti, trasparenza. Negoziando con forza seduti al tavolo dei player del mercato.
“Abbassa la Benzina” è tutto questo: ottenere successi grazie alla forza d’urto di gruppo. Una famiglia spende in media 1.550 euro all’anno di benzina. Scegliendo il benzinaio meno caro, tenendo una condotta di guida intelligente e un’auto sempre efficiente, si può risparmiare anche 150 euro all’anno. Aderire al Gruppo d’acquisto “Abbassa la Benzina” è semplice, gratuito e senza impegno. Tutte le informazioni sul gruppo d’acquisto e su come partecipare su www.abbassalabenzina.it .

Una volta raccolte le adesioni Altroconsumo negozierà un’offerta per l’acquisto scontato di carburante con tutte le compagnie petrolifere: la trattativa si concluderà nel mese di luglio. Una volta confrontate le offerte e scelta quella migliore, l’opzione più conveniente sarà comunicata a tutti gli aderenti, che saranno liberi di valutarla ed eventualmente procedere con la sottoscrizione dell’offerta. “Abbassa la Benzina” è il primo gruppo d’acquisto in Italia a livello nazionale e ha solo due precedenti in Europa, grazie alle organizzazioni del network Altroconsumo in Spagna e Portogallo.

E’ un modello di approccio al consumo che trae la sua forza dalla condivisione delle informazioni e dei beni. Altroconsumo vuole informare i cittadini sui benefici derivanti dalla condivisione promuovendo l’idea, e fornendo esempi concreti come i gruppi d’acquisto, che l’accesso possa generare valore collettivo. Queste le date del calendario del gruppo d’acquisto sui carburanti: adesioni possibili fino al 7 luglio 2015, maggio-giugno: negoziazione con le compagnie petrolifere per ottenere uno sconto sull’acquisto di carte carburanti a scalare o vantaggio simile, da luglio al 31 ottobre 2015 emailing personalizzato a tutti gli utenti che avranno aderito per comunicare l’offerta (o le offerte) che consentiranno di risparmiare sul carburante e le modalità di sottoscrizione.

Su admincral

Controlla anche

Natale 2018 – ANT

Anche quest’anno il Direttivo in occasione del Natale ha deciso di associarsi alla raccolta fondi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *